Seleziona una pagina

Asetek Invicta bundle : Test e recensione

Sim Racer

Pilota di E-sport e appassionato di Sim Racing, ho deciso di condividere la mia passione su questo sito.

Pacchetto Asetek Invicta

Vantaggi

  • Feedback di forza immersivo con i 27 nm della base
  • Guarnitura idraulica con pressione nominale fino a 100 bar
  • Volante con finitura in fibra di carbonio e maniglie aperte

Svantaggi

  • Pedale del freno molto difficile da usare
  • Il volante di questo pacchetto è basato su quello della gamma Forte.

Asetek ha fatto il suo ingresso nel mondo delle corse simulate e vuole competere con giganti del settore come Simagic, Fanatec e persino Simucube. Va detto che questa azienda, che si occupa principalmente di watercooling, ha una vasta esperienza nel campo del raffreddamento di CPU e/o GPU. Infatti, questo marchio domina il segmento con i suoi brevetti di blocco per CPU e GPU, i suoi dissipatori di calore e le sue pompe.

Praticamente tutti i produttori di raffreddamento a liquido AIO, come ad esempio Corsair, NZXT, Be Quiet e molti altri, utilizzano i brevetti e i progetti di Asetek. E questo la dice lunga sulle capacità del marchio. Tuttavia, il sim-racing è un po’ più complicato del watercooling, credo, e Asetek vuole comunque conquistare una fetta di mercato.

Il marchio danese ha attualmente 3 gamme di periferiche per il sim-racing: Prima, Forte e Invictarispettivamente per l’entry, il mid-range e il top di gamma. Ogni gamma è dotata di base, pedali e volante Direct Drive. Infine, per quanto riguarda i volanti, Asetek ne offre attualmente due, ma da quello che sono riuscito a trovare in rete, si dice che il marchio stia sviluppando un volante Invicta. Di seguito ti presenterò i dispositivi ultra-premium offerti dal marchio danese.

Caratteristiche principali e tecniche del pacchetto

  • La base a trasmissione diretta sviluppa una coppia di 27 nm
  • Volante Forte con diametro di 29 cm e maniglie aperte
  • Guarnitura idraulica con tecnologia THORP per pressioni fino a 100 bar
  • Codificatore a 22 bit basato su
  • 12 pulsanti, 6 interruttori rotanti, 2 interruttori e 3 encoder sul frontalino del volante
  • QR sul retro del volante identico a quello di Simucube
  • La guarnitura è disponibile nella versione S e nel kit ‘Clutch’ per un pedale frizione aggiuntivo.

Design

Quindi, il design. Inizierò con quello alla base. Il design dell’Invicta è praticamente identico a quello della Forte, solo che è più grande, il che è prevedibile visti i 27 nm di coppia che produce. La carrozzeria è interamente in alluminio, con alette su tutto il perimetro per aiutare il raffreddamento del motore. Sulla parte anteriore, il coperchio include il QR identico a quello di Simucube con un’installazione a fessura.

Per quanto riguarda il volante, è lo stesso della gamma Forte, perché Asetek non ne ha ancora rilasciato uno per l’Invicta, ma ci sta lavorando. Il design è piacevole, con la fibra di carbonio sulla parte anteriore, tutti i controlli sui lati e le maniglie grandi e aperte.

Concludiamo con i pedali, che sono il secondo pezzo di resistenza. Nel complesso, la guarnitura Invicta si ispira alla Forte, con bellissimi pedali in alluminio, una piastra rifinita in modo eccellente e accenti arancioni brillanti su alcune parti. È semplicemente stupenda e, come ho detto nella prova del bundle Forte, questa guarnitura Invicta è disponibile nella versione Pagani Huayra R!

GT DD PRO

Assemblaggio personalizzato

La base Invicta offre un’ampia gamma di opzioni di montaggio, sia dal basso che dal davanti. La maggior parte dei telai terrà conto dei fissaggi di questa base, ma cerca di trovarne uno ultra solido, poiché il piccolo gioiello eroga una coppia di 27 nm. Se opti per il montaggio frontale, ti servirà una staffa che lo consenta, oppure potrai praticare dei fori direttamente nel telaio a una distanza di 8,7 centimetri.

Anche la guarnitura Invicta è montata su un telaio, peraltro molto rigido. Il sistema idraulico di questo dispositivo può gestire fino a 100 bar di pressione, un valore davvero enorme. Puoi fissare la piastra principale della guarnitura direttamente al telaio senza troppi problemi.

Infine, il volante della Forte si inserisce direttamente nel QR, che ha un aspetto molto simile al QR Simucube. E ad essere onesti, è più o meno la stessa cosa, perché le due aziende lavorano insieme, per così dire. In realtà, si tratta più che altro di una licenza per l’utilizzo dei progetti, dei disegni, del software e di tutta una serie di altre cose buone di Simucube. In ogni caso, il volante si inserisce direttamente nella fessura e rimane lì, caldo e comodo.

 

Fabbricazione e finitura

La guarnitura e il fodero Invicta utilizzano alluminio di prima qualità per la loro struttura, con parti lavorate a CNC per i pedali. È ultra-premium, superbamente rifinito, senza alcun difetto di fabbricazione. L’unico aspetto leggermente negativo della base è l’uso della plastica per alcune coperture, in particolare quelle anteriori e posteriori. Devo dire che non è super-premium, anche se si tratta solo di cache. Quindi…

Il volante è basato su una struttura composita. In altre parole: è plastica rinforzata con fibra di carbonio. È bello da vedere, soprattutto il retro del volante della Forte, si sente solido nelle mani, ma ha un aspetto economico per un volante che costa un occhio della testa. Tuttavia, le rifiniture sono all’altezza, con un dispositivo realizzato in modo meticoloso, ad eccezione di alcuni comandi che si bloccano un po’ durante l’uso.

 

Come gestire il bundle

Penso che la presa del volante della Forte sia davvero eccellente. Il volante è aperto nella parte inferiore, il che significa che le impugnature non incontrano il frontalino, e questo aiuta molto l’ergonomia generale del volante. Inoltre, il diametro delle impugnature è piuttosto ampio rispetto ai volanti piuttosto sottili della concorrenza, il che rende la presa più facile e più ergonomica.

Tutti i pulsanti sono ben posizionati, così come i paddle posteriori. Gli unici problemi di questo volante sono alcuni pulsanti difficili da usare e il fatto che il volante abbia solo 2 paddle posteriori ne limita l’uso in molte discipline di simulazione di corsa.

Per quanto riguarda la guarnitura Invicta, è praticamente la stessa della Forte: i pedali sono quasi a 90°, il che non è esattamente comodo a lungo termine, a meno che non si abbia una posizione di guida stile F1 con le gambe sollevate. Anche le impostazioni del pedale non sono molto efficaci e ci ritroviamo con un dispositivo che non piacerà a tutti in termini di ergonomia.

Sensazioni durante il gioco

La base

Prima di tutto, devi dedicare una certa quantità di tempo al software Asetek per impostare correttamente la base, in termini di potenza, angolo di rotazione, FFB e così via. Non dimentichiamo che questo modello sviluppa una coppia di 27 nm; è potente e questa base può facilmente farti male, anche molto male.

Pacchetto Asetek Invicta 3

Una volta trovate le impostazioni di potenza, utilizzare la base Invicta nelle gare di simulazione è un vero piacere. Sentirai ogni dettaglio prodotto dal motore fisico del gioco e tutto sarà trasmesso alla perfezione al volante, sia che si tratti di dettagli leggeri e leggerissimi, sia che si tratti di dettagli grandi e grandissimi, di dettagli impercettibili e di tutto ciò che sta in mezzo. Usare questa base per le gare di simulazione è una vera gioia e avere 27 nm di coppia, che difficilmente utilizzerai al 100%, significa poter eliminare il clipping dalla vita del tuo pilota virtuale e questo, per quanto mi riguarda, non ha prezzo.

 

Il volante

Passiamo al volante Asetek Forte. La sua forma rettangolare lo rende facile da usare su tutti i titoli di Formula e GT/endurance. Per quanto mi riguarda è perfetta, soprattutto per il fatto che i manici sono aperti in basso e grandi rispetto alla concorrenza.

Pacchetto Asetek Invicta 4

Questo volante è pesante (circa 1,4 kg), anche se ha una struttura interamente composita in fibra di carbonio e plastica rinforzata. Tuttavia, non sentirai affatto il suo peso in curva, dato che il modello base eroga 27 nm di coppia massima. Questo vale anche per il modello base della Forte, che sviluppa 18nm di coppia, quindi non c’è alcun impatto dal peso piuttosto elevato della ruota.

Tuttavia, il fatto che ci siano solo 2 paddle posteriori ne limiterà l’uso, sia in F1 che in GT. Con questo volante non avrai il Launch Control, la frizione e tutto il resto, ed è un vero peccato. Inoltre, alcuni comandi, in particolare gli interruttori, sono difficili da usare e a volte si bloccano durante la corsa. Non so se sia un problema di tolleranze o di parti lavorate male.

 

I pedali

Concludiamo con la pedaliera Invicta e la sua tecnologia THORP. Per quanto riguarda l’acceleratore, si tratta di un pedale abbastanza semplice che tende alla scorrevolezza. Le sensazioni sono lineari, con poca resistenza da parte del meccanismo. Allo stesso tempo, è un pedale di accelerazione e vogliamo che sia affidabile, preciso e reattivo. La guarnitura Invicta lo è, senza il minimo problema.

Pacchetto Asetek Invicta 4

Il pedale della frizione è semplice, ma più complicato del pedale dell’acceleratore. La frizione utilizza un sistema standard a due stadi, come nella concorrenza. Funziona molto bene, è affidabile grazie al sensore di Hall ed è abbastanza flessibile, pur offrendo una discreta regolazione della resistenza. Mi è piaciuto molto questo pedale, ma è venduto separatamente e costa quasi quanto una pedaliera Load Cell di qualità.

Il freno è un sistema idraulico con una pressione di almeno 100 bar. Anche il THORP è un sistema a due stadi: il primo stadio è piuttosto leggero e ha una corsa breve, ma fornisce una certa frenata. Pensa a come avvicinare le pastiglie dei freni ai dischi di un’auto. Quando si raggiunge il secondo stadio, il sistema idraulico, la corsa del pedale si arresta virtualmente e più pressione si applica al freno, più forza l’auto imprime al sistema frenante, facendo perdere al veicolo un’enorme quantità di velocità. Lo dico subito: è una sensazione ultra-realistica, soprattutto se hai fatto delle vere sessioni di gara.

 

Compatibilità

Ovviamente, al momento il bundle Invicta è compatibile solo con la piattaforma PC/Windows, ma il produttore sta progettando modelli per le console. Per quanto riguarda i titoli di simulazione di corse, ho potuto testare AC, ACC, rFactor, iRacing, F1 2022 e una serie di altri giochi di corse che sono sia sim-arcade che simulazione, e non ho notato alcun problema.

Rapporto qualità/prezzo

Questo farà male. Il pacchetto completo costa quasi 3.100 euro sul sito web di Asetek, nelle configurazioni disponibili, cioè senza il pedale della frizione (oltre 300 euro) o la guarnitura modello S (60 euro in più), e senza le staffe di base (tra 75 e 160 euro). Il rapporto qualità/prezzo è piuttosto buono, ma il volante in materiale composito è un grosso svantaggio.

 

Il mio verdetto

Non posso che consigliare questo bundle ai piloti professionisti o esperti di sim-racing e soprattutto a chi ha un buon conto in banca. La base è una gioia pura, così come la guarnitura, ma per sfruttarla al meglio è necessario un telaio F1 a causa della posizione verticale dei pedali.

A differenza del pacchetto Forte, ti consiglio di prendere l’intero Invicta senza la minima esitazione se ne hai i mezzi (finanziari e tecnici). Tutto in questo pacchetto è perfetto, tranne forse i materiali del volante, ma viste le sensazioni che si provano, te ne dimenticherai molto velocemente.

Pacchetto Asetek Invicta 3

Pacchetto Asetek Invicta

Un pacchetto eccezionale per i piloti esperti.

Notez cet article

Ti potrebbe interessare anche…

Moza ES : Test e recensione

Moza ES : Test e recensione

Moza ESVantaggi Diversi controlli completamente personalizzabili Finiture e materiali di qualità superiore Eccellente...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

BUNDLE FANATEC SOTTO I 400 EURO
This is default text for notification bar