Seleziona una pagina

Qual è il miglior sgancio rapido?

Sim Racer

Pilota di E-sport e appassionato di Sim Racing, ho deciso di condividere la mia passione su questo sito.

Essere un appassionato di sim-racing significa avere una serie di cose: avere una configurazione completa, comprese le periferiche che a volte sono all’avanguardia della tecnologia, e avere una passione per le auto. È vero che il secondo punto è valido per molte persone, soprattutto per gli uomini. Ma il primo è tipico dei sim-raceur.

Come si può immaginare, ci sono molti giocatori nel mondo delle corse simulate, marchi che sono in gioco da oltre 20 anni. Tale esperienza consente loro di produrre prodotti e periferiche specifici per la disciplina, siano essi buoni o cattivi. Non parliamo poi degli ecosistemi, perché ogni marchio ha una propria visione delle cose.

Essere un pilota significa sempre essere bravi in qualcosa. Ma per essere bravi in una disciplina, bisogna provarne diverse per trovare quella che ci piace davvero. Per le corse simulate è esattamente la stessa cosa: ogni buon pilota ha le sue preferenze in termini di corse automobilistiche, e spesso anche l’assetto che le accompagna. Solo che, nella maggior parte dei casi, gli assetti da sim-racing non cambiano molto sulla carta, tranne che per una cosa: il volante. Certo, ci sono discipline che sfruttano appieno periferiche specifiche come il freno a mano, ma sono limitate al drifting e al rally.

Di conseguenza, ogni buon simulatore ha diversi volanti, o ruote se preferite, per poter gareggiare in diverse discipline. Ci sono F1, GT3, Formula, Nascar, Drift, rally e chi più ne ha più ne metta. A parte il fatto che avere più volanti è una buona cosa. Sfruttarli è meglio. E per sfruttarli, è necessario uno sgancio rapido. Di seguito vi fornirò una panoramica dei marchi QR disponibili sul mercato, con i loro punti di forza e di debolezza.

Il QR Fanatec

Iniziamo con un marchio che opera nel settore delle periferiche per le corse simulate da oltre 20 anni, Fanatec. Il produttore tedesco conosce bene i prodotti per il sim-racing e ha sviluppato i QR nel corso della sua esistenza. I modelli più recenti sono il QR1 e il QR1 Lite.

Il QR1 è quindi un modello che equipaggia i volanti Fanatec di fascia media e superiore. È in metallo, con un anello che si deve tirare verso di sé per fissare il volante alla base, e l’operazione non dovrebbe richiedere più di 20 secondi, facendo molta attenzione ai perni di collegamento. Se si ispeziona il QR1, si trovano 5 sfere d’acciaio che servono proprio a consentire il fissaggio del QR alla base, senza alcun movimento o gioco al centro.

Avendo utilizzato diversi volanti Fanatec con questo sgancio rapido, devo dire che non ho avuto alcun problema. Ma il QR1 è stato sottoposto a diverse revisioni nel corso degli anni, ed è per questo che le ultime versioni sono così performanti. Questo sgancio rapido si fissa al volante con delle viti e non si muove, né ha alcun gioco al centro, cosa che non si può dire del QR1 Lite.

Per quanto riguarda il QR1 Lite, si tratta di uno sgancio rapido “economico”, utilizzato sui volanti entry-level (gran parte della gamma CSL). Questo QR è realizzato interamente in plastica, con un anello che ruota sul lato per fissarlo in posizione. In pratica, c’è qualche grado di gioco al centro, qualunque sia la base. Questo fenomeno è molto più marcato se la base è di 8 o più nm. Ma se avete intenzione di scegliere la base a 8 nm, non sceglierete il QR1 Lite, che serve solo come porta d’accesso all’ecosistema Fanatec.

Il Thrustmaster QR

Thrustmaster è anche uno dei principali protagonisti del settore delle corse simulate da oltre 20 anni, e il produttore ha numerose periferiche nella sua gamma. Ovviamente, Thrustmaster dispone di un QR che consente di scambiare le ruote abbastanza lentamente sulle basi del produttore. Il principio del Quick Release nel sim-racing è quello di cambiare il volante rapidamente, senza dover utilizzare strumenti, come avviene nelle auto da corsa. Solo che con Thrustmaster bisogna tirare fuori il cacciavite ogni volta per cambiare la ruota.

Ecco come funziona: si mette il volante sul QR e si tira l’anello di plastica verso il volante. Allineare la filettatura della vite e serrare completamente a mano. Una volta fatto questo, si prende la vite e si estrae il cacciavite per serrare tutto correttamente. L’operazione è lunga e un po’ noiosa, ma almeno non si muove molto.

Il Simucube QR

Simucube è un marchio di altissimo livello di periferiche per sim-racing, in particolare di basi Direct Drive. E dove c’è un premio, spesso c’è una soluzione unica e a prova di bomba. E questo è il caso del QR di Simucube.

A differenza di altri marchi nel settore degli sganci rapidi, Simucube ha adottato un approccio diverso al suo prodotto. Il meccanismo prevede l’inserimento di una parte metallica del QR in una fessura o in una guida di qualche tipo e l’inserimento di un perno di sicurezza per garantire che l’intero meccanismo non muova un muscolo.

In pratica, questo meccanismo è certamente unico, ma è anche molto ingegnoso e molto solido. Il volante non si muove affatto, indipendentemente dalla forza esercitata dal force feedback. Tuttavia, non tutto è perfetto e alcuni ciclisti tendono a perdere la spilla di sicurezza. Per quanto mi riguarda, non ho avuto questo problema, e secondo me è stato dovuto a una mancanza di concentrazione da parte dei piloti.

Il QR Simagic

Simagic è un attore relativamente giovane nel mondo delle corse simulate, ma è comunque riuscito a rivoluzionare la disciplina con prodotti innovativi e ad alte prestazioni. Come sapete, le corse simulate traggono molta ispirazione dagli sport motoristici e Simagic ha fatto la stessa cosa quando ha sviluppato il suo QR, ispirandosi a quelli utilizzati nei volanti da competizione.

Il sistema comprende un anello per sbloccare il meccanismo di fissaggio, dotato di 10 sfere d’acciaio. Finora è il primo a utilizzare 10 sfere, rispetto a Fanatec e alle sue 5 sfere. Dal punto di vista della sicurezza, il QR di Simagic è molto solido e fornisce un attacco che non si inserisce affatto, indipendentemente dall’uso del volante. Rimane in posizione sia con una base di 8 nm che di 25 nm. Per quanto mi riguarda, è un ottimo QR, affidabile e soprattutto molto solido. Inoltre, la sostituzione del volante richiede non più di 10 secondi.

Il QR di Moza Racing

In parole povere, Moza Racing ha copiato il design del Simagic QR, per cui ci ritroviamo con un prodotto simile per design, funzionamento e, soprattutto, utilizzo. Si tratta di un QR eccellente, proprio come quello di Simagic, quindi non avrete problemi ad utilizzarlo, qualunque sia la vostra configurazione. Per sostituire una ruota è sufficiente tirare l’anello, togliere la ruota, metterne un’altra e il gioco è fatto. Per la durata, contare circa 10 secondi.

Altri QR disponibili

A questo proposito, abbiamo due voci: Logitech e Thrustmaster. Con la nuova base Direct Drive G Pro Racing, Logitech punta chiaramente a competere con Fanatec e con gli altri attori di questo segmento. E per farlo, il marchio svizzero sta sviluppando un intero nuovo ecosistema con volanti, pedali e tutto il resto. Finora abbiamo una base DD, un volante e dei pedali, e anche un sistema QR.

Thrustmaster sta facendo lo stesso con la sua base T818. Il QR è arrivato, ma i volanti non sono ancora arrivati. Di conseguenza, il produttore offre un adattatore per collegare il nuovo QR ai vecchi volanti.

Per quanto riguarda questi due marchi, non voglio avventurarmi troppo nei loro QR finché non li avrò a disposizione, così come i volanti e le basi.

Quale scegliere?

Ad essere onesti, a volte si è limitati dalla piattaforma e dall’ecosistema in cui ci si trova. Di conseguenza, il QR si basa sulla base, che determina la scelta del volante. Tuttavia, esistono QR che permettono di mescolare un po’ le cose, consentendo di avere una base di una marca e un volante di un’altra, a patto di avere periferiche compatibili, ovviamente.

Notez cet article

Ti potrebbe interessare anche…

I migliori pacchetti Fanatec

I migliori pacchetti Fanatec

I sim-racer di tutto il mondo si sono trovati di fronte allo stesso problema: cosa comprare per iniziare lo shopping?...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

BUNDLE FANATEC SOTTO I 400 EURO
This is default text for notification bar